Villa Gromo di Ternengo

PARTECIPAZIONI DI MATRIMONIO Tutto quello che devi sapere...‌

Anche se questo, come per le Bomboniere, non è un aspetto strettamente legato allo svolgimento del ricevimento di nozze ed alle mie competenze strette, voglio esserti d’aiuto con la mia esperienza se ti senti confusa o non ti senti abbastanza ferrata sull’argomento…

Le partecipazioni rappresentano l’incipit che farà intuire ai vostri invitati come sarà lo stile delle vostre nozze e, per questo motivo, rappresentano un dettaglio che non devi assolutamente sottovalutare!

Facciamo subito chiarezza sull’aspetto più importante, la differenza tra partecipazione e invito.

Spesso ricevendo la partecipazione al matrimonio si sottintende che si è stati invitati ai festeggiamenti dopo la cerimonia, ma in realtà non è sempre così:
la partecipazione, secondo il Galateo, è l’annuncio formale della cerimonia di matrimonio ed è solo fatta per informare le persone vicine alla coppia del loro matrimonio, civile o religioso che sia.

Devono essere indicati nell’annuncio delle nozze
•  i nomi degli sposi
•  la data e l’ora di inizio della cerimonia (*)
•  il luogo della cerimonia
(*) mi raccomando l’orario di inizio previsto per la cerimonia, non l’orario in cui vorresti che si debbano trovare gli ospiti… ci penseranno loro a mettersi in condizione di arrivare puntuali o un pochino in anticipo… considerando il tuo ritardo canonico che non deve superare i 15 minuti!!!

Teoricamente il Matrimonio è una funzione pubblica, a cui tutti possono assistere.
La semplice partecipazione viene spesso inviata anche a parenti lontani o con cui non hai contatti frequenti, che informi più per trasparenza e per buoni rapporti che non per necessità, ma che non inviti al ricevimento.
Un tempo erano i genitori ad annunciare il matrimonio, quindi l’usanza di informare i parenti lontani era anche più sentita, ma si parlava di abitudini e usanze estremamente diverse rispetto a oggi... in un periodo storico in cui le coppie si sposano sempre più tardi e spesso convivono da molto tempo, provvedendo in autonomia alle spese del matrimonio, l’annuncio viene fatto dagli sposi stessi.

L’invito è la comunicazione ufficiale del luogo in cui si svolgerà il ricevimento, viene consegnato insieme alla partecipazione, solo a quelle persone che vuoi anche al ricevimento. Tanto è vero che l’invito è scritto su un cartoncino a parte.
Su quest’ultimo scriverai il nome della location dove si terranno i festeggiamenti. Sarebbe una buona idea specificare se si tratta di un buffet, di un pranzo o di una cena oppure del semplice invito per il taglio della torta.

Non dimenticare di inserire la dicitura è gradita gentile conferma e i vostri numeri di cellulare o il più formale r.s.v.p., una dicitura che sicuramente avrai visto in qualche invito e che è l’acronimo di repondez s’il vous plait, frase francese molto formale che vuol“si prega di dare risposta” e dunque conferma sulla propria presenza.

Può essere utile indicare i vostri numeri di cellulare ed una eventuale data entro la quale dare conferma… ti avviso subito che ti chiameranno in pochi… rassegnati!
Anche se lo scrivi a caratteri cubitali non tutti ti confermeranno la loro presenza nei tempi previsti, qualcuno sarai tu a doverlo chiamare e qualcun’altro ti terrà in sospeso fino al giorno prima!
Una volta compreso cosa bisogna scrivere nelle partecipazioni matrimonio, devi decidere se farle stampare in Tipografia o farle scrivere a mano da un bravo Calligrafo... questa soluzione è insolita ai nostri tempi, ma crea un effetto di grande meraviglia per chi le riceve… e potrebbe costare meno di quanto puoi pensare…

Ora devi consegnarle… e puoi farlo in due modi: via posta o a mano.

Spedire le partecipazioni a mezzo posta
Soluzione consigliata quando non hai tempo, voglia o quando i parenti e gli amici non li vedi spesso o sono troppo lontani.

Consegnare le partecipazioni a mano
Se non ne hai tante, se le persone che inviti sono le stesse che frequenti con regolarità, se hai abbastanza tempo per bere un caffè da tutti, si può anche consegnare la partecipazione a mano.

Le partecipazioni matrimonio possono anche essere consegnate in blocco e in occasioni di eventi particolari, come la cena di Natale o il pranzo di Pasqua, almeno consegni al parentado tutte le buste in una volta sola e sei pronta a rispondere alle domande che seguiranno.

Per gli amici di sempre una cena di gruppo, magari organizzata apposta, è una piacevole soluzione.

In linea di massima in caso di invio postale, userai titoli professionali o nobiliari, seguiti da nome e cognome e ovviamente l’indirizzo, scrivendo le buste a mano di tuo pugno, mai a macchina o al computer, e se non avessi una bella calligrafia potresti rivolgerti a qualche amico o parente volenteroso od un professionista.
In caso di consegna a mano, sulle buste non si usano titoli e cognomi, mail nome.
Nel caso volessi indicare un nucleo famigliare, è sufficiente scrivere Famiglia Rossi e tutti i membri si considerano invitati.

Se, invece, vuoi evitare che oltre ai tuoi zii vengano tutti i cugini, con rispettivi fidanzati/mogli e prole, indica solo i nomi in maniera chiara Zia Maria e Zio Giuseppe.

Per eventuali fidanzati di parenti che vuoi invitare, preparerai una partecipazione di coppia solo per loro.
Queste attenzioni non ti esporranno da domande scomode come:
•  posso portare anche X?
•  ho appena conosciuto Y, può venire al matrimonio?

Non sentirti in imbarazzo neldi no, poiché se tu non conosci queste persone o le conosci a malapena, sbaglia chi ti fa la richiesta.

Visto che casi speciali, inviti non richiesti, cafonaggini varie vanno gestite, purtroppo, di volta in volta, non esitare a contattarmi per qualche suggerimento, info@villagromo.it